criminalità

Finale Ligure e Quiliano, altri 10 colpi della gang dei furti in casa

Finale Ligure e Quiliano, altri 10 colpi della gang dei furti in casa
I due albanesi sono stati traditi dal mezzo di trasporto da loro utilizzato durante i colpi e i precedenti sopralluoghi.

Dieci i furti in casa tra Finale Ligure e Quiliano, risalenti a marzo scorso, che i carabinieri attribuiscono alla coppia di criminali albanesi Eduart Biba e Adriatik Manjani.
I due ladri sono stati già arrestati lo scorso 31 marzo con le accuse di rapina, furti in abitazioni private, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Nonostante il loro arresto le indagini dirette dal maggiore Dario Ragusa, sotto la supervisione del pubblico ministero Chiara Venturi, non si sono fermate e hanno portato alla luce ulteriori capi d'accusa.
Sebbene i due albanesi avessero collaudato un sistema preciso fatto di sopralluoghi effettuati la sera prima dei furti, sono stati traditi dal mezzo di trasporto da loro utilizzato durante i colpi e i precedenti sopralluoghi, uno scooter Sym che i carabinieri monitoravano dallo scorso febbraio quando era stato segnalato come sospetto. Questo dettaglio ha confermato la colpevolezza di Biba e Manjani per i dieci furti in appartamento denunciati.

Le indagini comunque non si fermano: i carabinieri stanno cercando di ricostruire nei minimi dettagli tutte le attività dei sue uomini non solo a Savona, ma anche nella provincia, nel basso Piemonte e nella provincie di Genova e Imperia dove si sospetta che Biba e Manjani avessero dei complici che effettuavano colpi per loro conto.
La banda di cui i due albanesi sarebbero a capo viene descritta come violenta e noncurante della presenza in casa di persone o cani durante i loro colpi.
Sono partite quindi le ricerche dei complici con controlli e indagini nei boschi e in altri possibili nascondigli nella zona delle colline savonesi.
Si attendono ulteriori sviluppi.

di CHIARA LISTO

Regione: